Meglio praticare sport di mattina, pomeriggio o sera?

La risposta la fornisce la cronobiologia, ovvero la scienza medica che studia i bioritmi del nostro organismo nelle diverse ore del giorno e della notte, indicandoci le ore migliori in cui svolgere le diverse attività. Vediamo quindi quando è consigliato praticare attività sportiva nel corso della giornata e quali sport sono adatti alle varie fasi.

Leggi tutto

Al mattino

Dopo il risveglio il nostro corpo ci mette un po' per carburare. La temperatura corporea è bassa, i muscoli sono rigidi e la frequenza cardiaca registra i minimi giornalieri.

È consigliabile privilegiare attività a basso dispendio di energie e che richiedano piuttosto elevate capacità di concentrazione, coordinazione e destrezza favorite dal riposo notturno (es. yoga, ginnastica, camminata).

Nel pomeriggio

Fare sport nel bel mezzo della giornata è l'ideale, poiché nel pomeriggio la concentrazione è ai massimi livelli e l’aumento della temperatura corporea combinata a una maggiore produzione di adrenalina consente di innalzare la soglia del dolore.

In questa fascia oraria si possono svolgere sport che richiedono alti livelli di coordinazione e intensi sforzi muscolari (es. calcio, basket, tennis, ecc.).

La sera

Dopo una giornata passata al lavoro lo sport dovrebbe avere l’obbiettivo di rilassare ed eliminare le tensioni accumulate. La pressione del sangue e la temperatura corporea si abbassano quindi è consigliabile non chiedere un ulteriore sforzo al nostro corpo (es. Pilates).

L’organismo si prepara infatti a ricaricare le batterie, di conseguenza praticare attività fisica nelle ore serali vuol dire stravolgere il normale ritmo di queste funzioni e potrebbe portare anche a problemi come l’insonnia.


Il Blog di PINETA CITY

Storie di successo e approfondimenti vari

Dicono di PINETA CITY